Informativa

Questo sito utilizza cookie, accedendo a qualunque elemento di questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più clicca qui.

 

Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia
Visita il canale youtube dell'Irsml          Visita la pagina Facebook dell'Irsml FVG  

Irsml FVG

irsml@irsml.eu

Telefono:
chiama+3904044004

Fax+39 0404528784

Notizie e Eventi

20/09/19, alle 17 - "Una ribellione militare" Angelo Visintin (Irsec FVG)
Lunedì, 16 Settembre 2019
Venerdì 20 settembre, alle 17.00Biblioteca...
18/09/19, 17.30 - Presentazione "Vittorio Vidali" di Patrick Karlsen
Lunedì, 16 Settembre 2019
Mercoledì 18 settembre 2019 alle ore 17:30,...
Trasmissione "Quarta di copertina" sul libro "Si scopron le tombe"
Martedì, 14 Maggio 2019
Venerdì 10 maggio alle 20.30, sulla televisione...
Vademecum per il giorno del ricordo - Priročnik o Dnevu Spomina
Lunedì, 29 Aprile 2019
Vademecum per il giorno del ricordo - Priročnik...

OFFERTA DIDATTICO-FORMATIVA

Progetti  storici e di Cittadinanza attiva – anno scolastico 2015-2016

(Ente accreditato per la formazione ai sensi del D.M. 25.5.2001 prot. 802 del 19.6.2001, rinnovato con D.M. 8.6.2005 prot. 10962. Attività prevista ai sensi  della convenzione Miur-Insmli, AOODPIT prot. 001591 del 24.8.2015)

                                                                                                                  

L’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia, presenta l’offerta Didattico-formativa per l’anno scolastico 2015-2016. Alcuni temi, già compresi nelle convenzioni stipulate con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia e con l’Area Educazione, Università e Ricerca del Comune di Trieste, costituiscono un servizio pluriannuale istituzionalizzato e consolidato. 

L’attenzione  formativa e didattica è principalmente rivolta alle vicende storiche che hanno caratterizzato il territorio regionale tra la fine del XIX secolo e la metà del XX secolo con particolare riguardo ai processi di transizione storica e le loro implicazioni sociali.

Riposti i motivi di polemica oggi sono affrontate come modello didattico paradigmatico e comparativo per la comprensione dei tempi nostri presenti, quali la ricostruzione fattuale e documentata, il vissuto individuale, la memoria collettiva e la sua conservazione. In tal senso l’IRSML FVG propone una serie di iniziate atte a valorizzare in forma diversa l’approccio al senso della Storia.

Come noto tali fatti hanno avuto particolare rilevanza nel nostro territorio e una riflessione sugli esiti e le conseguenze delle due guerre mondiali, possono essere fonte d’arricchimento della Cittadinanza attiva e di approfondimento storico nell’ambito curricolare.

In particolare l’IRSML FVG propone due consuete aree di intervento: una diretta all’aggiornamento disciplinare degli insegnanti e l’altra di azione didattica rivolta agli studenti.

 

  1. AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE PER GLI INSEGNANTI (AI SENSI DELLA DIRETTIVA MIUR 9/2003)

 

 

CORSI DI AGGIORNAMENTO STORICO-DIDATTICO

 

 

Storia in città 2015 Ciclo “I problemi della ricostruzione”. L’Europa, l’Italia e l’uscita dalla Seconda guerra mondiale. 

In collaborazione con il DISPES dell’Università degli studi di Trieste. Dieci lezioni da ottobre a dicembre sui nodi problematici politici, economici e sociali europei ed italiani a settant’anni dalla fine della Seconda guerra mondiale. Le lezioni svolte da qualificati esperti e studiosi del tema e rivolte principalmente agli studenti del corso di storia contemporanea (prof. R. Pupo) del DISPES, valgono come corso di aggiornamento certificato per gli insegnanti che intendono parteciparvi.

 

---  §  ---

 

DOPO LA BUFERA. IL FRIULI E LA VENEZIA GIULIA DAVANTI LA RICOSTRUZIONE POSTBELLICA MATERIALE E MORALE DELLA SOCIETÀ.

Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia (a cura di Roberto Spazzali)

Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione (a cura di Chiara Fragiacomo)

 

 

I due Istituti organizzano il secondo corso di aggiornamento regionale dedicato alla ricostruzione materiale e morale del Friuli e della Venezia Giulia dopo la seconda guerra mondiale e ai suoi riflessi sul territorio e popolazioni. L’arco temporale individuato comprende il ventennio 1945 al 1965, cioè dalla fine del conflitto alla costituzione della Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia.

Temi:

  1. L’uscita dalla guerra-1945-1947: ricostruzione materiale, processi al collaborazionismo, trattato di pace;
  2. Un territorio a due velocità-1948-1954: Il Friuli e la provincia di Gorizia nel contesto economico e politico italiano; Trieste e il GMA;
  3. La costruzione della regione autonoma-1955-1965: l’orizzonte politico, le scelte economiche, l’emigrazione regionale, marginalità e contatti con le realtà di confine;
  4. L’informazione, la stampa, il ruolo della Rai, la cultura, gli effetti della riforma scolastica e l’università;
  5. Terra di frontiera: presenza militare italiana e americana, guerra fredda.

 

Il corso luogo nella sede di Udine e sono previsti dieci interventi di esperti.

Il corso si terrà nel trimestre gennaio-marzo 2015 secondo un calendario che sarà perfezionato e diramato a breve.

 

---  §  ---

 

 

  1. STRUMENTI E SUSSIDI DIDATTICI PER LA SCUOLA

 

ATTIVITA’ IN CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIESTE – Area Educazione Università e Ricerca, UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL FRIULI VENEZIA GIULIA

(a cura di Francesca Bearzatto e Roberto Spazzali)

 

UNA CITTA’ E LA SUA STORIA

Passato di bronzo, memoria di pietra. Passeggiate storiche tra monumenti, busti, lapidi e targhe di Trieste

 

Giardino Pubblico “Muzio de Tommasini” – album e relativo materiale per la caccia al tesoro. Il fascicolo è parte integrante del progetto “Passato di bronzo, memoria di pietra. Passeggiate storiche tra monumenti, busti, lapidi e targhe di Trieste”, itinerario n. 1 Il testo in formato PDF è pure disponibile sul sito dell’Istituto: www.irsml.eu

 

Parco della Rimembranza e colle di San Giusto - album. Il fascicolo è parte integrante del progetto “Passato di bronzo, memoria di pietra. Passeggiate storiche tra monumenti, busti, lapidi e targhe di Trieste”, itinerario n. 2 Il testo in formato PDF è pure disponibile sul sito dell’Istituto: www.irsml.eu

 

Dall’Austria  all’Italia  - album. Il fascicolo è parte integrante del progetto “Passato di bronzo, memoria di pietra. Passeggiate storiche tra monumenti, busti, lapidi e targhe di Trieste”, e propone un percorso didattico attraverso i principali spazi urbani tra XIX e XX secolo, itinerario  n. 3

 

Trieste del Novecento - album. Il fascicolo è parte integrante del progetto “Passato di bronzo, memoria di pietra. Passeggiate storiche tra monumenti, busti, lapidi e targhe di Trieste”, e propone un percorso didattico attraverso i principali spazi urbani del XX secolo, itinerario  n. 4

 

Ciascuna uscita prevede un intervento didattico in classe (1 h) e un’uscita didattica (2 h). All’insegnante viene consegnato un certo numero di album per il successivo lavoro in classe di approfondimento e di recupero delle informazioni.

 

---  §  ---

 

ITINERARI DEL NOVECENTO

 

Vivere la trincea (a cura di Roberto Spazzali)

Percorso didattico nel parco storico-ambientale di Monfalcone e visita delle trincee di prima e seconda linea (Quota 121 “Pietrarossa” e Quota 85 “Toti”)

Si propone alle classi partecipanti un laboratorio comprendente:

  1. intervento introduttivo in classe con la distribuzione di fonti selezionate (2 ore);
  2. uscita didattica nel parco storico-ambientale di Monfalcone (4 ore). Meta facilmente raggiungibile in treno (20’)
  3. rielaborazione in classe dell’esperienza e produzione di testo (2 ore, o secondo necessità)

 

 

Un percorso tra i luoghi della tolleranza e dell’inclusione della Provincia di Trieste: una guida, in http://www.irsml.eu/percorso_tolleranza/. (2012)

 

Le vie della memoria. Un percorso tra le violenze del Novecento nella Provincia di Trieste guida cartacea e DVD (2010)

 

Percorsi nei luoghi dell’Irredentismo e della Grande guerra nella provincia di Trieste: una guida, in http://www.irsml.eu (2014) in fase di realizzazione (a cura di Fabio Todero)

 

Trieste e la sua storia. Percorso didattico nella sala del Consiglio comunale di Trieste attraverso le rappresentazioni simboli e opere pittoriche. In collaborazione con l’area educazione, ricerca e università del Comune di Trieste

 

---  §  ---

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. LABORATORI DI STORIA E CITTADINANZA ATTIVA

 

  1. Come nasce la storia. Laboratorio sulle fonti. (a cura di Francesca Bearzatto e Roberto Spazzali)

L’IRSML FVG organizza dei laboratori sulle fonti archivistiche, iconografiche e sulle raccolte dell’emeroteca conservate nell’archivio dell’Istituto.

Destinatari: scuole secondarie (primo e secondo ciclo)

 

Tempi di applicazione:

Nel corso dell’anno scolastico

Sono previsti tre interventi di due ore ciascuno comprendenti l’approccio alle fonti, la selezione dei documenti e il loro studio. L’attività viene concordata con gli insegnanti in base alle esigenze didattiche, quali ricerche individuali di approfondimento oppure lavori di gruppo su una specifica Unità di apprendimento.

L’attività viene svolta presso la sede dell’Istituto allo scopo di poter disporre direttamente della documentazione utilizzabile. Il materiale selezionato può essere riprodotto per gli usi didattici concordati.

 

  1. La Grande guerra della gente comune. popolazione e società a Trieste negli anni del conflitto. Laboratorio del tempo presente in collaborazione con l’Archivio di Stato di Trieste (a cura di Roberto Spazzali)

 

Finalità

Il laboratorio del tempo presente ha come finalità la ricostruzione fattuale immaginando che non si sia a conoscenza della conclusione storica degli avvenimenti presi in esame. In sostanza la loro evoluzione viene seguita come se si svolgesse al presente per cui lo studio non ha tanto l’obiettivo di trovare conferma su un determinato fatto ma di comprenderne l’origine e lo sviluppo nel tempo.

 

Destinatari: Scuola secondaria (primo e secondo ciclo)

 

Tempi di applicazione:

Nel corso dell’anno scolastico

Seminario di preparazione e orientamento degli insegnanti partecipanti (due mezze giornate)

Laboratorio sulle fonti in Archivio di Stato con le classi partecipanti (3 incontri di 2 ore)

Assegnazione dei pacchetti digitali di fonti storiche

Organizzazione delle attività (un incontro intermedio di 2 ore; incontro finale collegiale di 3 ore)

 

---  §  ---

 

  1. CALENDARIO CIVILE

 

Giorno della Memoria.

L’IRSML FVG offre, come da diversi anni a questa parte, interventi mirati in tema di persecuzioni razziali, etnico-religiose e politiche, con la predisposizione concordata con gli insegnanti di materiali  e sussidi, oppure con l’utilizzo di propri strumenti. Sono previsti interventi didattici sulla Risiera di San Sabba.

 

Giorno del Ricordo.

L’IRSML FVG offre interventi mirati in tema delle questioni politiche e nazionali che hanno investito la Venezia Giulia e l’Adriatico nord-orientale nella prima metà del Novecento. Anche in questo caso possono essere concordate visite sul territorio quali il monumento nazionale della Foiba di Basovizza, lezioni in classe, laboratori, utilizzo di sussidi audiovisivi.

 

Festa della Liberazione

L’IRSML FVG collabora attivamente, come da diversi anni a questa parte, alle iniziative promosse dal Comune di Trieste in occasione del 25 aprile, con interventi mirati sul tema e sugli aspetti peculiari dovuti alla storia della città rivolti sia alle scuole che alla cittadinanza, con la predisposizione concordata con gli insegnanti di materiali e sussidi, oppure con l’utilizzo di propri strumenti.

 

Festa della Repubblica

L’IRSML FVG si impegna a ricordare il valore della Repubblica organizzando laboratori di storia e di cittadinanza attiva rivolti in particolare alle scuole, con la predisposizione concordata con gli insegnanti di materiali e sussidi, oppure con l’utilizzo di propri strumenti.

 

---  §  ---

 

 

  1. IDEAZIONE, PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E SUPPORTO DIDATTICO IN PROGETTI SPECIFICI

 

Si dà menzione di alcuni particolari progetti che nel corso dell’anno scolastico 2015-2016 troveranno conclusione oppure avvio e realizzazione.

 

 

 

CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE E SETTANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA FINE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE. SVILUPPO COMPETENZE CHIAVE EUROPEE DI CITTADINANZA

 

Prosegue l’attività riguardante i progetti riguardanti la salvaguardia e la valorizzazione delle memorie storiche.

 

  1. Monumento nazionale della Risiera di San Sabba. Modello plastico e ricostruzione virtuale

(a cura di Roberto Spazzali)

 

Dopo due anni di ricerche ed elaborazioni, il progetto dell’IRSML FVG per la realizzazione di un modello plastico in scala 1:200 della Risiera di San Sabba, come si presentava nel 1943, è giunto a compimento, grazie all’impegno profuso da un gruppo di insegnanti e studenti dell’IS “Max Fabiani” di Trieste. Le fasi del progetto saranno illustrate in un convegno di studi che si terrà nell’autunno 2015 allo scopo di valorizzare tanto i nuovi aspetti storici emersi dalla ricerca quanto l’alta valenza formativa dell’esperienza svolta dall’Istituto scolastico. Nell’attività, ideata dall’IRSML FVG, sono state impegnate due classi coordinate dalla prof.ssa Cristina Roggi.

 

Il plastico con le relative elaborazioni grafiche e la linea del tempo saranno donate al Museo del monumento nazionale della Risiera di San Sabba in via di nuovo allestimento e avranno una posizione preminente nel percorso espositivo permanente. Il progetto è stato realizzato in occasione del 70° anniversario della trasformazione della ex pilatura di riso in Polizeihaftlager e della concomitante installazione del forno crematorio.

Il progetto ha previsto interventi propedeutici sulla storia contemporanea di Trieste e la Venezia Giulia e sull’architettura della memoria, nonché sopralluoghi ricognitivi, ai quali sono seguiti il reperimento di carte catastali ed altri documenti descrittivi, quindi l’avvio e la realizzazione del modello. 

 

  1. Parco della Rimembranza di Trieste – colle di San Giusto. Progetto di riqualificazione ambientale e storica (a cura di Roberto Spazzali)

Nell’ampia rappresentazione del suo passato, Trieste ha uno spazio che nel tempo ha perduto l’importanza primitiva: il Parco della Rimembranza inaugurato nel 1926 con la messa a dimora di 160 alberi, quanti i caduti irredenti nella Prima guerra mondiale. Poi lo spazio pubblico è stato segnato dalla collocazione di cippi dedicati a singoli caduti delle guerre del Novecento e a ricordo di eccidi, deportazioni, caduti nella guerra di Liberazione, oltre che delle associazioni d’Arma. Lo spazio versa in condizioni di abbandono con molte iscrizioni illeggibili ed altre rovinate da atti di maleducazione e vandalismo. Manca del tutto una segnaletica topografica che permetta di individuare le aree.

Il progetto, coordinato all’interno dell’IS “Fabiani”, sezione CAT, dai professori Cristina Roggi e Roberto Di Mattei, prevede un impegno triennale scalare (2015-2017) su una prima porzione dell’area in modo da verificare e sondare la sua efficacia.

La prima fase (2015-16) comprende ricognizione sulle fonti d’archivio, alternanza scuola-lavoro con rilievi fotografici e topografici dell’area per individuazione stato di fatto e avviamento successivo del censimento; prima analisi statistica sulle condizioni dei manufatti e confronto con atti dell’amministrazione comunale; rilievi fotografici dei cippi e massi e compilazione della scheda identificativa.

La seconda fase (2015-2016) prevede la raccolta, sistemazione e analisi delle informazioni; produzione della relazione tecnica e della relazione storica; consegna delle relazioni all’amministrazione comunale per decidere la pianificazione dei successivi lavori di riqualificazione; coinvolgimento di Edilmaster scuola edile di Trieste per la programmazione dei cantieri; pianificazione dei lavori di cantiere.

L’attività proseguirà negli anni scolastici 2016-17 e 2017-18 su altre porzioni del Parco.

Le schede storiche saranno quindi inserite in un’applicazione che potrà essere scaricata dai visitatori del Parco che sarà infine proposto quale itinerario per le iniziative dei Ciceroni del FAI.

 

 

  1. La difficile Resistenza sul confine orientale italiano. Storie e vicende di donne e uomini nella lotta di Liberazione. (progetto patrocinato e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri)

Una lunga contrapposizione politica ha per molto tempo ostacolato la possibilità concreta di definire in un unico quadro d’insieme un fenomeno molto complesso animato da intenti comuni ma segnato talvolta da obiettivi diversi e rapporti conflittuali.

Di fatto manca tuttora un lavoro organico e una comparazione condotta sulle biografie di coloro che si siano impegnati nella lotta di Liberazione oppure abbiano patito la deportazione. Il progetto si propone di raccogliere fonti orali di II e III generazione, di valorizzare le fonti scritte presenti negli archivi familiari (corrispondenza, diari, memorie) e in quelli delle Associazioni degli ex partigiani. L’Istituto proponente ha poi recuperato in questi ultimi anni, tramite singoli cittadini, importanti nuclei di fonti private. Tali materiali saranno oggetto di trattazione e interpretazione, per quanto concerne la fase scientifica dell’esperienza, ma al tempo stesso, sotto la guida di studiosi esperti, essi saranno oggetto di una selezione funzionale alla stesura di  testi teatrali.

Il progetto dell’IRSML FVG propone la valorizzazione del patrimonio delle testimonianze e della trasmissione orale sulla Resistenza e sulla guerra di Liberazione, con una particolare attenzione al complesso contesto storico locale, offrendo una piena fruibilità pubblica delle fonti e una maggiore conoscenza dei fatti per mezzo dei circuiti educativi e culturali, quali scuola e teatro. All’iniziativa ha aderito la Biblioteca nazionale slovena, mentre il Liceo scientifico “G. Galilei” di Trieste fungerà da referente per le attività rivolte al mondo della scuola.

Progetto a sviluppo annuale (dodici mesi).

Prima fase: Individuazione di testimoni discendenti di II e III generazione e registrazione audiovisiva delle memorie per la successiva trascrizione; riproduzione digitale di documenti conservati negli archivi familiari;

Seconda fase: Esplorazione degli archivi delle Associazioni e di recente acquisizione da parte dell’Istituto per l’individuazione di fonti correlabili a quelle esaminate nella fase I;

 

Incontri di studio

Prima fase: Analisi e interpretazione delle fonti orali e scritte con una prima individuazione di filoni di studio da sviluppare in un ambito di seminari tematici;

Seconda fase: Organizzazione di un incontro di studio sulle risultanze della ricerca;

 

Pubblicazione

Pubblicazione delle testimonianze e delle fonti;

Divulgazione artistico-teatrale

Prima fase : laboratorio storico con un gruppo di studenti di un liceo per la scrittura e messa in scena di  testi teatrali;

Seconda fase: realizzazione di testi e di messa in scena da parte di una compagnia teatrale studentesca.

 

 

 

  1. TEATRO DELLE MEMORIE

 

STORIE NARRATE DI DONNE E DI UOMINI

progetto didattico/teatrale (a cura di Roberto Spazzali)

 

L’IRSML FVG intende riprendere anche per l’anno scolastico 2015-2016 le proposte di divulgazione storica con alcuni lavori teatrali, già rappresentati negli scorsi anni e con nuove produzioni, che ripercorrono vicende di donne e uomini protagoniste e testimoni le due guerre mondiali nella Venezia Giulia.

Proposta teatrale:

Pacchetto di spettacoli teatrali da tenere in istituti scolastici dotati di aula magna (quali Liceo “Dante Alighieri”; ITS “Alessandro Volta”; Liceo “Galilei”, Liceo “Petrarca”) con la rappresentazione dei testi: “La guerra di Fannie e Anita”, “Io vi porterò con me”, un nuovo testo sulle memorie di Francesco Alzetta ed uno sul ruolo delle donne alla fine della Seconda guerra mondiale nella ricerca per propri congiunti scomparsi per deportazione. Complesso artistico e musicale a cura di Sara Alzetta, Tania Arcieri Andrea Pandolfo. Direzione artistica di Sara Alzetta.

Rappresentazione teatrale tardo pomeridiana o serale del testo teatrale “La morte esalta la vita” destinata principalmente agli studenti dei corsi serali e libero pubblico. Complesso artistico e musicale a cura di Sara Alzetta e Andrea Pandolfo.

Gli spettacoli, se proposti per tempo, possono essere meglio distribuiti tra gennaio ed aprile 2016 compatibilmente con la disponibilità degli artisti e la ricettività delle scuole interessate.

 

  1. MOSTRA SULLA STORIA DELLA RADIO IN OCCASIONE DEI 60 ANNI DELLA RAI A TRIESTE

Presso la sala del Centro Sociale Culturale di Villa Prinz in salita di Gretta 38 sede della Terza Circoscrizione Amministrativa del Comune di Trieste, viene organizzata una mostra di una ventina di apparecchi radio prodotti tra gli anni 1920 e 1940 della collezione di Gianni Maugeri e di alcuni manifesti dell’epoca oltre ad altre testimonianze e contributi cartacei. Si tratta di 20 pezzi originali, completamente restaurati e perfettamente funzionanti visibili da venerdì 18 a domenica 27 settembre p.v.

In collaborazione con la sede regionale della Rai si svolgeranno degli appuntamenti aperti al pubblico con conferenze e audizioni di registrazioni storiche delle Teche Rai riguardanti la produzione della sede triestina a partire dagli anni Cinquanta. Soggetti partecipanti: Centro Sociale Culturale di Villa Prinz; III Circoscrizione del Comune di Trieste; RAI, IRSML FVG, ARI.

Inoltre ci saranno degli appuntamenti rivolti al mondo della scuola. Questo il calendario di massima.

Venerdì 18 settembre ore 18.00-22.00 - Giornata inaugurale della mostra sulla storia della radio.

 

Martedì 22 settembre ore 20.00-22.00 giardino di Villa Prinz - Conferenza sulla storia della radio sotto l’aspetto storico (relatore prof. Spazzali) sociale, culturale e di design (relatore Gianni Maugeri)

 

Giovedì 24 settembre Sala del Centro Sociale Culturale di Villa Prinz - Mostra interattiva destinata alle scuole (Istituto Volta dalle ore 09.00 alle ore 11.00 e classi terze delle scuole medie appartenenti al comprensorio di Roiano e Gretta dalle ore 11.00 alle ore 13.00) con interventi del prof. Spazzali (aspetto storico), di Gianni Maugeri (aspetto sociale, culturale e di design), del dott. Riccobon (esperienze lavorative nella conduzione di programmi radiofonici e televisivi) e dell’Associazione Italiana radioamatori (A.R.I.).

 

Sabato 26 settembre ore 20.00-22.00 giardino di Villa Prinz - Intervista del giornalista Francesco Cardella a Andro Merkù e al dott. Mirasola, sulle loro esperienze lavorative nella conduzione di programmi radiofonici e televisivi

 

Atlante-Dizionario del 1914/15

Archivio della memoria

Irsml FVG Trieste

Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia
Villa Primc - Salita di Gretta 38, 34136 Trieste (TS)
P.Iva e C.F. 00195210323
Tel. 040 44004
Fax 040 4528784
Orario:

Da Lunedì a Giovedì 9-13.30 , 14-16

Venerdì 9-13

Contattaci

Irsml FVG

irsml@irsml.eu

Telefono: chiama +3904044004

Fax +39 0404528784

Contatore

Visite agli articoli
1151278

Orario

Si comunica che da martedì 27 dicembre 2016 fino a giovedì 5 gennaio 2017 l'Istituto rimarrà chiuso.

Tutti i prestiti in scadenza in tale periodo saranno prorogati d'ufficio.

Riapriamo lunedì 9 gennaio 2017.

Buone feste e buon anno nuovo a tutte e a tutti